Venerdì, 17 Nov 2017
 
 
Parapendio - Volo libero PDF Stampa E-mail

Un parapendio decolla allo stesso modo di qualsiasi altro mezzo volante seppur con velocità ridotte, in compenso vola nel modo più magico che esista: quello degli uccelli; è un vero mezzo volante portatile, comodo e ragionevolmente economico, da trasportare ovunque in completa autonomia.

Attraverso il parapendio ed il suo mondo, si impara a dare un valore al cielo e alle sue indicazioni scoprendone i meravigliosi segreti... imparando a decifrarne i messaggi. Il volo in parapendio può essere semplicemente planato (da un'altura al fondo valle) o sostentato. Per riuscire ad effettuare un volo sostentato bisogna imparare a sfruttare le correnti ascensionali che dal terreno si sollevano verso il cielo consentendoci di veleggiare senza ausilio di motore e di spostarci a nostro piacimento anche per diverse ore. Il sollevamento di queste masse d'aria avviene anche grazie ad un principio già noto a Leonardo da Vinci... primo ad intuire la possibilità di cavalcare l'aria con rudimentali mezzi ultraleggeri privi di motore.

Oggi in tutto il mondo ci sono oltre  400.000 piloti brevettati, per una disciplina che consente oggi di effettuare voli di parecchie centinaia di chilometri con lunghi tempi di permanenza in aria.

L'Aeroclub Palermo, nella sua azione costante di diffusione e promozione degli sport aeronautici, ha attivato la Scuola di Parapendio diretta dall'istruttore Adriano Patti, istruttore certificato ENAC e figura di riferimento di questo sport a carattere nazionale.



 

 

 



Ultimo aggiornamento Giovedì 15 Gennaio 2015 10:21