Venerdì, 17 Nov 2017
 
 
Storia PDF Stampa E-mail
Scritto da Administrator   

Storia dell'Aeroporto di Palermo Boccadifalco

La storia dell'aeroporto inizia nel 1925 quando, per sostituire il vecchio campo che sorgeva alle falde di Monte Pellegrino, non più sufficiente per le esigenze dei più moderni velivoli, il ministero dà il via all'iter necessario alla costruzione di un aeroporto a Palermo. I lavori cominciano già nell'anno successivo ed il battesimo avviene nel 1931 con l'atterraggio del primo aereo sulla pista in terra battuta; ciò in risposta al crescente carico alare dei velivoli ad ala fissa, che fino a quel momento operavano presso il campo di volo della Favorita sin dal lontano 1910. Questo fatto coincise con il definitivo tramonto del dirigibile. L'Aeroporto fu molto attivo come base militare aerea durante la seconda guerra mondiale, successivamente acquisì molta importanza, tanto che nel dopoguerra era diventato il terzo aeroporto italiano per traffico.

Nel 1960 il traffico civile venne spostato allo scalo di Palermo-Punta Raisi e l'aeroporto militare di Boccadifalco, che fino a quel momento era stato aperto anche al traffico civile, assunse connotazione esclusivamente militare. L'Aeroporto "Emanuele Notarbartolo" di Palermo-Boccadifalco così è rimasto, fino al 31 dicembre 2008, sede di Reparti dell'Aeronautica Militare Italiana.

Dal 1º gennaio 2009 l'aeroporto è ritornato ad essere civile a tutti gli effetti, in seguito all'acquisizione da parte dell'ENAC. Il trasferimento delle forze militari verso altre sedi è stato completato: il giorno 19 marzo 2009 è avvenuto presso l'aeroporto l'ammainabandiera ufficiale, che ha sancito il definitivo abbandono della struttura da parte dell'Aeronautica Militare. L'Aerodrome Flight Information Service è stato momentaneamente chiuso e le comunicazioni avvengono sulla stessa frequenza direttamente tra i piloti interessati. (http://it.wikipedia.org/wiki/Aeroporto_di_Palermo-Boccadifalco)

Oggi l'Aeroporto, oltre ad ospitare i Reparti Volo delle Forze di Polizia e Forestale, ha una forte vocazione turistico-sportiva, con con una pista asfaltata di 1224 m ed una gestione competente e professionale che garantisce le più adatte misure di sicurezza.

L’Aero Club di Palermo, uno dei più antichi Aero Club d’Italia, ha la propria sede sociale all'interno dell'aeroporto, dispone di un grande hangar e di locali accessori e raccoglie ancora tradizione e cultura della storia dell’aviazione.

Ultimo aggiornamento Lunedì 24 Giugno 2013 14:21